lunedì 25 marzo 2013

Noi speriamo che ce la caviamo!

Oggi papà è partito per Roma, starà via due soli giorni, ma per noi quattro probabilmente sarà difficile... è la prima volta da quando è nata Carolina che ci dividiamo, finora era sempre tornato a casa a dormire... l'ultima volta che era capitato io e Ginevra eravamo andate dalla nonna, portandoci dietro mezza casa, ma questa volta sarebbe stato troppo un delirio e così abbiamo deciso di stare a casa.
Come si comporterà Ginevra quando dopo la solita tarda ora papà non sarà ancora rientrato?
Papà stamattina le ha spiegato che non sarebbe rientrato per la nanna, che doveva andare a Roma con un il Frecciarossa, un treno velocissimo e rosso, ma chissà cosa si aspetta la piccolina, cosa sarà rimasto impresso nella sua dolce testolina? E Carolina? Lei è piccina piccina, ma quando vede il suo papi rientrare a casa la sera sprizza felicità e rilascia sorrisi affettuosi a manciate. Poi ci sono io, con le mie piccole, preoccupata che loro s'intristiscano per non aver visto il loro papà e preoccupata di farcela, di riuscire a passare una buona notte, contando che sono pure malaticce, con la solita tosse catarrosa che non passa mai. E infine c'è papà, il più triste di tutti, perchè è lontano dai suoi amori, dalle sue dolci piccole monelle, quelle due piccole che se lo sbaciucchiano, che se lo coccolano, che gli preparano il caffe e che gli offrono tazze di the. Ora dormono, tutte e due hanno fatto un bel aerosol e per ora il pomeriggio trascorre senza intoppi come al solito. Speriamo che continui così e domani vi saprò dire com'è proseguita la giornata.
Detto ciò, vi auguriamo un buon inizio settimana e che sia meno uggioso e triste del tempo meteorologico di oggi!